Cittadinanza attiva: 3 idee per stimolare la partecipazione attiva dei cittadini | Civicam
 


Cittadinanza attiva: 3 idee per stimolare la partecipazione attiva dei cittadini

23/10/2019

Cittadinanza attiva significa che le persone vengono coinvolte nella vita dei loro comuni a tutti i livelli, dal locale al nazionale al globale.

Attraverso progetti di cittadinanza attiva, i cittadini sono in grado di promuovere la qualità della vita in una comunità attraverso un processo sociale che parte dalla politica fino allo sviluppo di una combinazione di conoscenze, abilità, valori e motivazioni per lavorare e per fare la differenza all'interno della società. 

Lo sviluppo di una cittadinanza attiva e delle competenze civiche è parte integrante delle nuove priorità delle pubbliche amministrazioni in materia di istruzione e formazione, che sottolineano il ruolo dell'educazione nella promozione dell'equità e della non discriminazione, oltre che nell'immissione di valori fondamentali e competenze interculturali tali da favorire la cittadinanza attiva.

Sei a caccia di idee per stimolare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita del tuo comune o ente territoriale? Ecco per te una selezione delle idee più interessanti che stanno prendendo piede.

Come stimolare la cittadinanza attiva?
Con idee e progetti come...

1. Me & My City: il progetto di cittadinanza attiva che simula i meccanismi della vita in città

Questa idea si è concretizzata in un progetto nato in Finlandia già dal 2009. In cosa consiste esattamente? Si tratta di una città virtuale che permette la simulazione delle dinamiche di vita in città. Alla base c’è la volontà di coinvolgere i cittadini sin da giovanissimi (12, 13 anni), nella vita della città, per far comprendere loro come funzionano banche, uffici postali, servizi pubblici, musei e municipi. Lo scopo è quello di coinvolgere i ragazzi e portarli a entrare a far parte di una "città in miniatura" che li aiuta non solo a comprenderne il funzionamento, ma anche a sviluppare le capacità imprenditoriali, la conoscenza dei meccanismi, le problematiche che ci si trova ad affrontare e la loro possibile soluzione. In questo modo, i ragazzi potranno sviluppare skills importanti oltre che il senso di cittadinanza attiva, sentendosi fin da subito membri della società.

Se vuoi leggere altre info a riguardo, puoi trovarle qui.

2. Utilizzare i social per favorire lo scambio di opinioni per la cittadinanza attiva

I progetti di cittadinanza attiva devono avere come obiettivo primario quello di stimolare le persone a pensare, parlare, esprimere e discutere di opinioni, idee, cambiamenti. Ma anche porsi domande sulle cause dei problemi, proporre soluzioni, dialogare. Questo tipo di dinamiche possono svilupparsi (o potenziarsi) grazie all’utilizzo dei canali social, in cui si possono facilmente organizzare iniziative civiche, proporre eventi, sondaggi, condividere le dirette degli interventi e, in generale, tutto ciò che può coinvolgere le persone nelle politiche e nella prassi della vita cittadina. Per favorire processi di cittadinanza attiva, le PA possono anche avvalersi di strumenti quali CiviCam, la piattaforma che consente alle PA e in generale a tutti gli enti pubblici di creare una Web Tv in cui integrare contenuti da condividere con i cittadini. Integrato con i migliori social network, uno strumento di questo tipo è perfetto per favorire anche la condivisione di nuovi progetti di cittadinanza attiva. 

3. Usare strumenti digitali per migliorare l’accessibilità dei contenuti a tutti

Sviluppare progetti di cittadinanza attiva significa anche implicitamente crearli "per tutti". Se assicurarsi che i bisogni e le esperienze delle persone diversamente abili siano inclusi nei processi di cittadinanza attiva, non è altrettanto semplice avere a disposizione tutti gli strumenti per farlo in maniera efficiente. 

I progetti di cittadinanza attiva non possono non tenere conto della diversità e della ricchezza di idee, esperienze e conoscenze che le persone con disabilità apportano alla vita culturale, sportiva, sociale e civica di un comune. Per favorire processi di cittadinanza attiva anche da parte di categorie protette, la tua PA può appoggiarsi a piattaforme specifiche come CiviCam, con cui puoi realizzare facilmente la diretta streaming del consiglio, generare sbobinature automatiche consultabili e scaricabili, generare automaticamente sottotitoli e molto altro ancora. 

Cittadinanza attiva e digitalizzazione: un connubio indissolubile

Lo sviluppo delle capacità e degli atteggiamenti della cittadinanza attiva è cruciale oggi più che mai e nel 2019 deve necessariamente passare per strumenti online. I cittadini attivi non solo conoscono i loro diritti e le loro responsabilità, ma mostrano anche interesse a restituire qualcosa alla società ed è qui che i canali e gli strumenti online possono davvero fare la differenza.

Se ti è piaciuto, condividi l'articolo

Scopri tutto quello che può fare CiviCam
per la digitalizzazione della tua PA!


ARTICOLI CORRELATI


Leggi le ultime news

Gli ultimi articoli